Laicato Domenicano > Eventi > Formazione Provinciale. Primo Commento

Formazione Provinciale. Primo Commento

Formazione Provinciale Zullino
Il commento di Nicoletta Zullino, fraternita di Roma Angelicum, per il secondo incontro di formazione provinciale

SECONDO INCONTRO PROVINCIALE DI FORMAZIONE
(nella foto, Nicoletta Zullino è la terza da sinistra)

Dal 29 novembre al 1 dicembre si è svolto a Roma il secondo incontro provinciale di formazione per i laici domenicani, dal titolo “Discernimento e vita apostolica”. Ospitato come lo scorso anno dalle Suore domenicane di S. Caterina da Siena di via Massimi, l’incontro è cominciato la sera del venerdì 29 con la recita corale dei vespri. Dopo la cena, e alla presenza del promotore provinciale del laicato, fr. Antonio Cocolicchio OP, i partecipanti si sono impegnati nella lectio divina dopo una breve introduzione di Anna Tatar, responsabile provinciale della formazione.

La mattina del 30 novembre, dopo la recita delle lodi e la messa, i lavori sono entrati nel vivo. Il primo incontro plenario, condotto da Anna Tatar, è stato interamente dedicato alla spiritualità domenicana, mentre quello del pomeriggio, affidato a fr. Cocolicchio, ha avuto per argomento vita apostolica e predicazione.

La curiosità dei formandi, e la grande quantità di domande da loro rivolte ai relatori, ha sottratto tempo al previsto lavoro in gruppi (postulanti, novizi, professi) ma ha aperto lo spazio a una condivisione forte, bella e inaspettata tra i partecipanti. Nella tarda mattinata del sabato si sono uniti al gruppo fr. Maurizio Carosi, che si è messo a disposizione per confessioni e colloqui, e infine, nel pomeriggio, il Presidente provinciale Massimiliano Zonza, che la domenica mattina ha guidato l’ultimo incontro, incentrato sullo studio nell’Ordine. A lavori conclusi, fr. Cocolicchio e fr. Maurizio hanno concelebrato la SS.Messa della prima domenica di Avvento; quindi il pranzo e i saluti.

Questo secondo incontro provinciale ha visto una partecipazione ridotta rispetto allo scorso anno, ma questa circostanza va considerata naturale – il numero dei formandi non può essere sempre uguale – data anche l’estensione della Provincia e le difficoltà negli spostamenti. Tuttavia il gruppo – di circa 15 laici a ogni livello della formazione, provenienti dalle fraternite di Siena, Iolo, Pisa, Cagliari, Roma Minerva e Roma Angelicum – ha testimoniato con fermezza la gioia di esserci e la determinazione a “essere” domenicani per poi “fare” i domenicani, così come è emerso dall’ultima condivisione prima della messa conclusiva della domenica, in cui grande è stato il ringraziamento per aver potuto “vedere e toccare” i confratelli e le consorelle di ogni parte della Provincia, e grande la fame di sapere come “farsi santi” sulla via tracciata da Domenico.  

Nicoletta Zullino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.